Meet-izionario: glossario delle video-lezioni con Google Meet

In questo articolo parleremo di video-lezioni con Google Meet, tool che appartiene a una delle piattaforme consigliate dal ministero per svolgere attività di didattica a distanza.

In questo post, si propongono due modi di affrontare l’argomento delle video-lezioni con Google Meet:

  • il primo attraverso il glossario della terminologia di Meet (chiamato appunto Meet-izionario) in cui ho raccolto e messo in ordine alfabetico tutti i termini che ruotano attorno a uno degli strumenti più utilizzati durante questo periodo di Didattica a Distanza;
  • il secondo modo invece ci consente di affrontare le video-lezioni DAD in maniera pratica, attraverso l’utilizzo degli strumenti che ci consentono di collegarci con i nostri alunni (quindi, non solo Meet, ma anche Calendar e Classroom).

Meet-izionario: la terminologia che ruota attorno alle video-lezioni con Google Meet

Meet-izionario: glossario video-lezioni con Google MeetIl Meet-izionario raccoglie quasi trenta vocaboli che ci permettono di affrontare in maniera (se non esaustiva, quantomeno) ricca uno degli strumenti più utilizzati durante questo periodo di didattica a distanza: Google Meet. All’intento del glossario, dopo la copertina, il cui sottotitolo anticipa alcuni degli argomenti più importanti trattati nel presente articolo (Agid, per la qualità dello strumento, e URL, per le sue caratteristiche tecniche), è presente un indice dei vocaboli che vi permette di raggiungere il termine desiderato, cliccandoci sopra.

Per consultare il Meet-izionario è possibile:

  • accedere alla versione sfogliabile online (e in continuo aggiornamento) cliccando qui;
  • oppure scaricare il pdf (le cui versioni saranno aggiornate periodicamente).

Video-lezioni DAD con Google Meet: vediamo da vicino ogni strumento da impiegare

Per creare video-lezioni con Google Meet possiamo avviare una video-chiamata in quattro modi diversi:

  • dalla schermata home di Google Meet (meet.google.com);
  • dalla schermata home del nostro Google Calendar (calendar.google.com);
  • dalla Classroom creata per interagire con i nostri studenti;
  • direttamente dalla nostra Gmail (strumento non trattato in questo articolo).

Avviare una video-chiamata Meet da Calendar

Come fare

Ci colleghiamo a calendar.google.com oppure accediamo a Google Calendar dal waffle in alto a destra (i “nove pallini” delle app di Google Workspeace). Clicchiamo una sola volta in uno slot libero del nostro Calendar e, dopo aver inserito tutte le informazioni necessarie, clicchiamo sul pulsante blu ‘Aggiungi videoconferenza di Google Meet’.

Peculiarità di Meet con Calendar

Quando programmiamo una video-conferenza di Meet con Calendar, l’applicazione crea in automatico un URL, un indirizzo web specifico con un codice univoco collegato alla videochiamata, rintracciabile nella seconda parte dell’indirizzo web (esempio: meet.google.com/die-ci-cifre), che può essere copiato e incollato su una classe virtuale, su un documento, su una mail, su Whatsapp o altre applicazioni di messaggistica. L’URL è già attivo e lo rimarrà fino a quando non sarà cancellato l’evento appena creato.

Con questa modalità, gli utenti interni all’Istituto potranno partecipare in qualsiasi momento, cliccando sull’URL, mentre gli utenti esterni dovranno chiedere di partecipare e attendere di essere ammessi dall’organizzatore dell’evento (che rimarrà per sempre l’utente che ha creato l’evento su Calendar).

Consigli

Si tratta di un ottimo modo per avviare riunioni con i colleghi docenti o con persone esterne all’istituto (open day, riunioni, eventi rivolti all’esterno…), colloqui con i genitori, consigli di classe, collegi docenti… Si consiglia inoltre di creare un apposito calendario per l’anno scolastico in corso che, alla fine dell’anno, potrà essere cancellato, per evitare di lasciare “link in giro”.

A questo punto, ti starai sicuramente chiedendo: «URL “in giro”, link che circolano per il web… Mi devo preoccupare?» Assolutamente no. Infatti, Google ha migliorato tantissimo la sicurezza delle sue video-chiamate, tant’è vero che è stata introdotta una funzione veramente interessante: ‘termina la chiamata‘, la seconda opzione che viene fuori non appena clicchiamo sulla cornetta in rosso, che ci permette di lasciare il Meet. Se siamo gli organizzatori della video-call, infatti, a prescindere dalla modalità di avvio di un Meet, vengono fuori due opzioni:

  • ‘Chiudi solo la tua chiamata’, che consente di uscire dalla riunione, lasciando la possibilità di riutilizzare l’URL anche ad altri utenti dell’istituto;
  • ‘Termina la chiamata’ che permette di chiudere definitivamente il Meet, impedendo agli altri utenti di poter riutilizzare l’URL, prima che l’organizzatore abbia effettuato l’accesso. Non solo: quando l’organizzatore riutilizzerà l’URL, anche un utente interno all’istituto dovrà richiedere l’accesso per poter partecipare alla video-chiamata.

In sostanza, nell’ultimo caso viene disabilitato l’Accesso rapido, una funzione dei ‘Controlli dell’organizzatore‘, accessibile all’interno del Meet (per approfondire vedi il Meet-izionario).

Avviare una video-chiamata Meet dalla homepage

Come fare

Accediamo a Google Meet o digitando sulla omnibox di Chrome meet.google.com oppure direttamente dal waffle delle app. Una volta apparsa la schermata iniziale, potrete utilizzare il pulsante ‘Nuova riunione’ oppure inserire un codice o nickname.

Peculiarità dell’avvio di una video-call dalla homepage di Meet

Nel pulsante in verde ‘Nuova riunione‘ sarà possibile:

  • creare una riunione da avviare in un secondo momento: in questo caso avrete un URL da condividere con le persone che volete invitare alla video-conferenza, esattamente come se creaste una video-chiamata con Calendar (ma senza l’obbligo di passare dall’evento del vostro calendario);
  • avviare una riunione adesso‘: un’opzione che vi consente di partecipare subito ad una video-call e di invitare i partecipanti o tramite condivisione del link (cha apparirà in una finestra in alto a sinistra) o tramite il pulsante ‘aggiungi persone’ (inserendo le mail degli utenti).

Nel riquadro in bianco (dove si chiede di inserire un codice o nickname) potrai:

  • incollare/inserire l’URL o il nickname (senza trattini!) di una riunione organizzata da un utente del tuo stesso istituto;
  • oppure organizzare una nuova riunione inserendo un nickname, che poi comunicherai agli studenti o ai colleghi. Attenzione: il nickname (una o più parole scritte tutte attaccate) sarà utilizzabile solo all’interno dell’organizzazione, in qualsiasi momento, e verrà abbinato a un codice di dieci cifre univoco che comparirà nella seconda metà dell’URL. Dopo che tutti gli invitati e l’organizzatore avranno lasciato la video-chiamata o dopo che l’organizzatore avrà cliccato su ‘Termina la chiamata’, passati alcuni minuti, il nickname viene “staccato” dal codice a dieci cifre precedente e sarà riutilizzabile per una nuova riunione (con URL diverso).

Consigli

Si consiglia di avviare una riunione video dalla homepage di Meet:

  • per delle riunioni estemporanee (con nickname o link da comunicare ai colleghi);
  • per delle riunioni che necessitano della creazione di un link da utilizzare in un secondo momento e da comunicare eventualmente tramite mail;
  • per dei lavori di gruppo, con le cosiddette stanze di Meet, alle quali corrisponderanno tanti URL diversi, da copiare e incollare (ad esempio) in un Google Doc da condividere con i propri alunni.

Nel caso di riunioni avviate senza nickname, vale il consiglio dato per le video-chiamate programmate con Calendar, per evitare che rimangano link “in giro”.

Avviare una video-chiamata Meet da Classroom

Come fare

Dopo aver creato un corso con Google Classroom è necessario accedervi e cliccare sulla dicitura ‘Genera link di Meet’ che si trova nella copertina della Classroom. Verrà fuori un link che assomiglia all’URL visto prima, ma con una parolina in più, inserita prima del codice di dieci cifre: lookup.

Peculiarità dell’avvio di una video-call da Classroom

L’indirizzo sarà dunque qualcosa del tipo meet.google.com/lookup/diecicifre: le ultime dieci cifre costituiranno il nickname della classe (utilizzabile sempre e solo all’interno dell’Istituto) e che sarà abbinato a un nuovo URL ogni volta che si avvia una video-chiamata. Terminata la chiamata, l’URL contenente il codice univoco scadrà in automatico, dopo qualche minuto dall’uscita della chiamata dell’organizzatore (l’insegnante o gli insegnanti della Classroom) e non potrà più essere utilizzato, dal momento che il nickname della Classroom, all’avvio della nuova video-lezione, sarà associato a un nuovo URL e, quindi, a un nuovo codice.

Consigli

Questo meccanismo consente di creare le video-lezioni in maniera sicura per i seguenti motivi:

  • se non sono presenti gli insegnanti della Classroom, gli alunni non possono creare una video-call cliccando sul link di Meet (ovviamente se questa funzione è stata inibita nella console di amministrazione di Google Workspace for Education);
  • il nickname della Classroom (le ultime dieci cifre che compaiono nel link di Meet dello stram) non potrà essere impiegato dagli alunni per avviare una riunione, se l’insegnante non partecipa alla video-chiamata.

Quanto suddetto accadrà sempre, sia che si termini la chiamata con l’opzione ‘Chiudi solo la tua chiamata’ sia che la si chiuda con la funzione ‘Termina la chiamata’ (accessibile sempre cliccando sulla cornetta rossa).

Nel caso di più insegnanti in una classe, l’insegnante che accederà per primo sarà l’utente che otterrà le prerogative dell’organizzatore della riunione:

  • chiudere la chiamata per tutti con la funzione ‘Termina la chiamata’;
  • chiudere il microfono per tutti i presenti;
  • accedere ai controlli dell’organizzatore (dalla chat);
  • rimuovere un partecipante dalla riunione.

Attenzione: un insegnante, benché possa essere iscritto alla classroom come alunno/a, può sempre entrare nella video-lezione per primo (diventando l’organizzatore), in virtù del fatto che, nell’Admin console, è attiva la funzione di avvio chiamate con Meet (solitamente attiva solo per tutti gli insegnanti).

Cosa fare in quest’ultimo caso? L’insegnante titolare della classe (o il Dirigente scolastico) nasconderanno il link di Meet (dalle opzioni della Classroom) fino a poco prima dell’inizio dell’incontro. In questo modo, l’insegnante che vuole acquisire le prerogative potrà accedere prima degli altri e poi rendere visibile il link.

Leave a Comment